Pisello Quarantin di Casalborgone

Pisello from Libre on Vimeo.

Il Pisello Quarantin di Casalborgone, coltivato con immutata passione da quasi duecento anni sulle colline del Po che fronteggiano la città di Chivasso, è una varietà precoce di piccole dimensioni, estremamente apprezzata: i frutti sono infatti molto teneri, gustosi e particolarmente dolci. Secondo la tradizione, la semina avviene il 30 novembre, per la festività di Sant’Andrea, mentre l’ultimo raccolto si svolge alla fine della primavera successiva, tra maggio e giugno. Si tratta di una biodiversità piemontese saldamente radicata nel territorio: sin dall’inizio del XIX secolo, a Casalborgone la coltivazione del pisello occupava una superficie molto vasta, di oltre 150 ettari. Le varietà che si producevano erano parecchie, ma già allora la più diffusa era la “quarantina”, nota per la precocità e la prelibata bontà dei suoi frutti.

Scarica la scheda descrittiva del prodotto
Scarica la scheda per i consumatori
Scarica la scheda “Moltiplicazione dei semi”