Taccola Quarantina

taccola quarantina

Legume di eccellenza del territorio piemontese, la Taccola Quarantina è una biodiversità di grande tradizione, protetta nel tempo dall’impegno dei suoi “agricoltori custodi” sulle colline del Po. Un prodotto importante per l’economia rurale del territorio: già nel 1921 il Comune di Casalborgone istituì uno speciale mercato locale per i legumi, che si apriva ogni giorno, il pomeriggio, durante l’intero periodo della raccolta. I piselli di Casalborgone, fra cui la taccola – vero e proprio “pisello mangiatutto” – rappresentavano le prime produzioni locali destinate al grande mercato cittadino di Torino, alimentando in tal modo il futuro dell’economia legata all’agricoltura delle colline. La taccola di Casalborgone, “quarantina” in quanto pronta da raccogliere in soli 40 giorni, si semina a partire dalla fine di novembre.