Bio de Provence

bio

Bio de Provence Alpi e Costa Azzurra è un’associazione “legge 1901” che comprende e confedera 6 raggruppamenti bio-dipartimentali (Agribio) della Regione Provenza, Alpi e Costa Azzurra: Alpi dell’Alta Provenza, Alpi Marittime, Bocche del Rodano, Var e Vaucluse. Essa rappresenta gli agricoltori biologici della regione associati per promuovere e sviluppare il più efficace modello di agricoltura durevole, ideale per preservare gli equilibri ambientali, sociali, umani ed economici. Bio de Provence fa parte della Federazione Nazionale dell’Agricoltura Biologica delle regioni francesi (Fnab) ed è un centro tecnico regionale dell’Itab, l’Istituto Tecnico dell’Agricoltura Biologica.

Nel quadro di un’organizzazione collaborativa di rete, Bio de Provence mira a coordinare localmente lo sviluppo dell’agricoltura biologica, conferandosi struttura propositiva e di guida per tutto quanto concerne l’agricoltura biologica e il suo inserimento nelle politiche agricole e territoriali. Forti di 24 operatori, Bio de Provence e l’Agribio rappresentano una rete di oltre 650 aderenti. Le azioni del network si declinano su 4 grandi assi: promuovere e coordinare lo sviluppo dell’agricoltura biologica, accompagnare i coltivatori verso l’agricoltura biologica e verso una sempre maggiore durevolezza, conoscere i mercati e organizzare le filiere, far emergere e accompagnare i progetti territoriali.

Diverse azioni sono state condotte nel campo della biodiversità coltivata e in particolare un programma di recupero di antiche varietà di grano, nel quadro del progetto “Blé Meunier” di Apt, in collaborazione con il Parco Naturale del Lubéron. Altre analoghe iniziative sono in corso in altre regioni, in seno alla rete Fnab (Aquitania: mais e grano; Bretagna: antiche varietà vagetali; Midi Pyrénées: grano “poulards” per la produzione di pasta). Bio de Provence è inoltre aderente al Réseau Semences Paysanne.