Bruno Cappellato from Libre on Vimeo.

Bruno Cappellato è una sorta di pioniere. Dopo aver vissuto molti anni negli Stati Uniti, si è stabilito a Mattie, in valle di Susa, dove ha riscoperto un’antica varietà locale: il Fagiolo di Mattie, detto anche Baracafè. «Ho ricevuto i primi fagioli da un’anziana donna – racconta – e provato a impiantarli». Delicato e adatto alla ristorazione, il Fagiolo di Mattie cresce in particolari terreni paludosi, chiamati “sagne”. Grazie anche a Bruno Cappellato, la coltivazione di un ortaggio così particolare è stata inserita nel progetto “Una rete per le biodiversità transfrontaliere”, riscuotendo grande interesse. Molti appassionati oggi hanno ripreso a coltivare il tradizionale Baracafé, che presto tornerà anche sulle tavole dei ristoranti della zona.